Vulnerabilità e resilienza delle donne nigeriane intrappolate nei circuiti di tratta: tra domande di sicurezza e lotta alla criminalità

Si terrà a Padova il 21 ottobre 2019 (h. 9.00-17.30, Sala Paladin, Comune di Padova) il Seminario “Vulnerabilità e resilienza delle donne nigeriane intrappolate nei circuiti di tratta: tra domande di sicurezza e lotta alla criminalità” organizzato dalla Cattedra Unesco SSIIM nell’ambito del progetto INSigHT- Building Capacity to deal with Human Trafficking and Transit Routes in Nigeria, Italy, Sweden

Inserito tra gli eventi della settimana anti-tratta, l’incontro è pensato per informare e sensibilizzare operatori pubblici e del privato sociale, forze dell’ordine, ricercatori e comuni cittadini sulle condizioni di vulnerabilità e resilienza delle donne di origine nigeriana intrappolate in circuiti di tratta degli esseri umani. Lo scopo è quello di de-strutturare gli stereotipi esistenti, che spesso si traducono in richieste di interventi anti-prostituzione/anti-accattonaggio da parte delle forze dell’ordine, alimentate dall’idea che con la repressione – anzichè con  la comprensione delle cause e la prevenzione –  si possa garantire ordine pubblico e sicurezza.

Aprirà i lavori, portando i saluti istituzionali del Comune di Padova,  l’Assessora ai Servizi Sociali Marta Nalin. La coordinatrice della Cattedra Unesco SSIIM dell’Università di Venezia (capofila del progetto INSigHT) e la presidente della cooperativa Equality di Padova (partner), presenteranno quindi il progetto INSigHT e le sue tre componenti (ricerca-azione, formazione/capacity building e sensibilizzazione), sulle quali si sta lavorando a cavallo tra Italia (Veneto), Nigeria (Lagos e Edo State) e Svezia.

Seguiranno tre sessioni di lavoro – coordinate da ricercatrici della Cattedra SSIIM – che affronteranno il tema oggetto del seminario da prospettive diverse pur se in continuo dialogo: la prima, avrà come relatori ricercatori di 3 università (Milano Bicocca, Cà Foscari di Venezia e Università di Messina) che da anni lavorano su temi quali la sicurezza e le politiche territoriali, questioni di genere, populismi e resistenze urbane. Nella seconda parte della mattinata saranno invece riportate esperienze, approcci e conoscenze delle forze dell’ordine con interventi della Questura di Padova e della Polizia Municipale di Verona. Questioni giudiziarie e legali saranno invece affrontate dal magistrato David Mancini della Procura della Repubblica di l’Aquila e dall’avvocato Marco Ferrero dell’ASGI. Nel pomeriggio sarà la volta del numero verde anti tratta, delle mediatrici, giornaliste e antropologi che affronteranno il tema degli immaginari rispetto alle comunità nigeriane. La giornata si concluderà con un documentario che affronta i temi discussi decostruendo alcuni stereotipi relativi alla Nigeria e alla sua popolazione, seguito da un dibattito con la cittadinanza e gli invitati.

Scarica qui >> il Programma del Seminario (Aggiornato al 14.10.19!)

Vai al >> Comunicato stampa

PER CHI NON RIUSCISSE A PARTECIPARE DI PERSONA, L’EVENTO SARA’ TRASMESSO IN STREAMING. IL LINK PER CONNETTERSI VERRA’ INSERITO IN QUESTA PAGINA IL GIORNO DEL SEMINARIO (21/10/2019, dalle 9.00)

Il seminario è gratuito e aperto a tutti/e coloro che siano interessati a saperne di più sul tema. E’ stato richiesto il riconoscimento dei crediti per la Formazione Continua degli Assistenti Sociali

Per motivi organizzativi, si chiede gentilmente di iscriversi compilando il modulo qui sotto (le iscrizioni chiudono il 18/10/2019 alle ore 16.30!).

ATTENZIONE: per motivi di sicurezza, la capienza massima della sala (100 persone) deve essere tassativamente rispettata. Dato l’alto numero di iscrizioni, l’ingresso a chi ha effettuato l’iscrizione online sarà prioritario e garantito fino alle 9.15. Dopo quell’orario, ci riserviamo di cedere il posto a non iscritti presenti in loco.

Nome e Cognome*

email*

Ente/associazione presso la quale opera*

Ruolo*

Comune nel quale opera*

(* tutti i campi sono obbligatori)

Please leave this field empty.

se non ricevete conferma di iscrizione, controllate nella spam

 

 

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga'); ga('create', 'UA-56927033-1', 'auto'); ga('send', 'pageview');